Manutenzione del climatizzare a {{mpg_comuni}}, rinfrescarsi in sicurezza

Come ogni anno, terminato il freddo ci troviamo ad affrontare i primi caldi, che spesso diventano presto opprimenti.
Fortunatamente il nostro climatizzatore è installato e pronto a rinfrescarci.
Ma siamo davvero sicuri che è davvero pronto per essere rimesso in funzione?

Manutenzione condizionatore

Dal clima mite al caldo bollente..

Dopo il grande gelo invernale, con le sue nubi e nevi, la primavera cambia totalmente l’atmosfera ed il clima, portando un piacevole caldo nel nostro ambiente, sia esterno che interno.
Ma questo caldo potrebbe presto trasformarsi, specie nelle ore
pomeridiane, in un disagio da voler risolvere accendendo il nostro
climatizzatore.

Basta un telecomando e qualche minuto per trasformare totalmente la
temperatura all’interno della propria abitazione. Soprattutto nelle
località più pianeggianti del nostro paese, il condizionatore viene
impostato ad una funzionalità rivelatosi eccezionale: il deumidificatore, che permette di far crollare la percentuale di umidità presente all’interno della casa, trasformando l’ambiente e rendendolo più respirabile e vivibile.

Ma attenzione: siete sicuri che il vostro condizionatore performi egregiamente come ai suoi primi utilizzi?
Si rivela sorprendente come, dopo un certo utilizzo, il nostro
apparecchio inizia ad arrancare ed a raffrescare, o deumidificare, con
molta più fatica.

Non si tratta solo di una questione di tempistiche, ma anche di qualità e soprattutto di igiene, scoprite quindi la migliore manutenzione del vostro condizionatore.

La manutenzione del climatizzatore a {{mpg_comuni}}
ottima per risparmiare
indispensabile per la propria salute.

Se, come spesso avviene, il tuo climatizzatore è spento da diversi
mesi è necessaria una pulizia accurata e una sanificazione prima di
rimetterlo nuovamente in uso.
La polvere, inserita sia nell’unità interna che in quella esterna,
potrebbe incrostarsi e diventare complicata da rimuovere pulendo in
maniera generica.

Oltre a questo occorre preventivare che mettere in funzione un
climatizzatore senza una completa sanificazione può provocare al nostro
organismo una serie di fastidiosi piccoli malanni, sopratutto se
consideriamo che il nostro climatizzatore dovrà ‘lavorare’ diverse ore
per alcuni mesi.

È molto comune infatti che l’eccessivo utilizzo del condizionatore
possa indebolire il nostro organismo. Questo però notevolmente
peggiorato in caso di sporcizia: come è facile immaginare, il
condizionatore emette, assieme alla propria aria rinfrescante, una
grande quantità di polvere, che se respirata può creare diversi problemi di salute. Da non sottovalutare quindi la pulizia.

Ma come pulirlo? Il controllo è molto semplice, ma è richiesta esperienza e maestria nello svolgimento, oltre all’utilizzo di prodotti specifici

Posso fare da solo?

Se la pulizia è superficiale certo, ma se invece hai bisogno di un intervento completo allora occorre affidarsi ad un tecnico specializzato.

– Se volete, ad esempio, fare la sanificazione (ATTENZIONE: il d. lgs 81/08 IMPONE la sanificazione obbligatoria ogni 2 anni)
– Se volete verificare il livello del gas del condensatore

E’ sempre meglio verificare il livello del gas poichè in caso di perdita possono risultare pericolose e possono danneggiare irremediabilmente il vostro climatizzatore.

Oltre a questo avrete sprechi anche importanti di energia e un raffreddamento non ottimale. Con i nostri tecnici avrete modo anche di verificare il corretto funzionamento

del condensatore, l’apparecchio che ha lo scopo di condensare il gas e permettere il corretto funzionamento del condensatore.

 

Emergenza Guasti ti offre, in promozione la sanificazione, la pulizia completa ed il controllo del gas di scarico

al prezzo scontato di 89.00 invece che 129.00

Ma non solo: se hai più di 3 climatizzatori nella tua abitazione avrai diritto ad un ulteriore sconto del 20% sulla pulizia di TUTTI i tuoi condizionatori.